#PRAYFORMANCHESTER Attentato a Manchester, la storia di Olivia Campbell: una vita spezzata durante il concerto di Ariana Grande

di Federico Petruccelli, Silvia Giorgilli e Rebecca Di Prima

Migliaia e migliaia di persone presenti al concerto di Ariana Grande a Manchester. Un concerto apparentemente come tanti, un momento di svago, unione e divertimento, che ha cambiato, per sempre, la vita di moltissime persone. Un boato, un kamikaze che si è fatto esplodere con una bomba in una giornata qualsiasi. Molte le vittime, le persone ferite, terrorizzate e incredule di cosa stesse accadendo e preoccupate di come uscire da quel luogo improvvisamente diventato teatro di morte. Con il passare delle ore, l’ufficialità dell’accaduto ha sconvolto famiglie intere che si sono ritrovate, nel cuore della notte, a sperare che i loro figli potessero tornare presto a casa a rifugiarsi tra le loro braccia. Tra le storie di queste persone, c’è anche quella di Olivia Campbell, appena 15enne che è una delle vittime dell’attentato di Manchester, durante il concerto di Ariana Grande. È il Manchester Evening News a parlare di questa giovane ragazza, anche lei vittima del folle. Olivia era andata al concerto insieme ad un suo amico. I suoi genitori e il patrigno hanno iniziato a cercare disperatamente informazioni sulla figlia scomparsa dopo non essere riusciti a sentirla al termine del concerto. E’ stato il patrigno della ragazza a ricevere la telefonata nel cuore della notte. La polizia stava confermando i loro timori più grandi, la loro paura maggiore. All’uomo è stato spiegato che la polizia aveva bisogno di aspettare che l’arena fosse resa sicura prima che i medici potessero entrare e recuperare i 13 corpi, tra cui quello dell’assassino e altri 12 di alcune delle numerose vittime. E, purtroppo, tra queste c’era anche Olivia. Proprio lui ha voluto rendere omaggio alla ragazzina che amava la musica, cantare, ballare, i trucchi e che aveva concluso da poco alcuni degli esami finali della scuola che stava frequentando. Qualche tempo fa si era anche presentata ai provini di Britain’s Got Talent ma il suo sogno alternativo era quello di diventare un’insegnante di musica.

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...