Basta guardare il cielo

il

di Alessandra Aquili, Chiara De Paolini

Giovedì 12 marzo 2015 le classi ginnasiali del nostro liceo hanno assistito alla proiezione del film “Basta guardare il cielo” per il progetto Volere Volare.

È un film del 1998 di Peter Chelsom basato sul romanzo Freak the Mighty di Rodman Philbrick. È la storia di due ragazzi, Kevin, estremamente intelligente, molto esile e affetto da una malattia chiamata Sindrome di Morquio, una grave malattia genetica delle ossa. Max al contrario, è un ragazzo di corporatura massiccia, timido e con difficoltà a socializzare. Entrambi i ragazzi sono legati da un’infanzia difficile caratterizzata dall’assenza di figure familiari di riferimento.

Il loro aiutarsi a vicenda li rende inseparabili come se fossero una sola persona: Kevin costituisce la mente, colui che idea, e Max il corpo, colui che agisce.

1882516,yp+T7PMY5lKvdiJRNP2232rRcIxVh8A_S7N9IsWuz4QEwaEPZZrjpU+rJbihmueTTpJCTKIusJ0qmDEDRKo4WA==

Insieme formano una squadra invincibile e riescono a vendicarsi di tutte le cattiverie subite. Compiono diversi gesti, per esempio recuperano la borsetta di una signora, ma quando l’oggetto viene riportato alla legittima proprietaria, Max scopre che quest’ultima è la compagna di cella di suo padre, in galera per aver ucciso la mamma del ragazzo. Intanto il padre scappa di prigione, rapisce il figlio e prova ad ucciderlo. Il mitico Kevin riesce a raggiungere il nascondiglio e salva il suo migliore amico. Il loro coraggio e la loro tenacia trova ispirazione nella storia di re Artù e dei suoi cavalieri.

Kevin, vinto dalla malattia, muore e Max decide di scrivere un libro in onore della loro amicizia e delle moltissime avventure vissute.

Questo film ci ha permesso di comprendere quanto sia difficile uscire di casa e vivere una vita serena per chi è vittima di bullismo. Inoltre, ci ha trasmesso l’importanza e il peso delle parole, una semplice frase detta con leggerezza potrebbe infatti ferire il prossimo. Un altro insegnamento molto importante che vuole darci il film è che bisogna combattere il bullismo, ciò che ci fa stare male e che, quindi, non ci permette di vivere un’adolescenza felice.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...