Muri: non solo confini

Di Benedetta De Pasquale, Francesca Castaldi, Erika Pedoto, Chiara Falsetti

Questo murales appartiene al comune di Saludecio ,una graziosa cittadina  dal carattere medioevale,in provincia di Rimini.
Questo murales appartiene al comune di Saludecio ,una graziosa cittadina  dal carattere medioevale,in provincia di Rimini.

Nell’immaginario comune il muro è considerato un confine, un divisorio, ma c’ è qualcuno che ha tentato, riuscendoci alla perfezione, di cambiare la concezione che le persone hanno di esso. Nasce dunque, nel maggio del 1994, proprio con questo scopo e molti altri, l’Associazione italiana paesi dipinti. I paesi che hanno deciso di prendere parte a questa iniziativa, hanno trovato in essa un modo per dare sfogo al desiderio di raccontare la loro storia e le loro aspirazioni. Si tratta, infatti, nella maggior parte dei casi di piccole contrade, isolate per la loro posizione geografica lontana dai convenzionali itinerari turistici come ad esempio il comune di Ottati, Calcio o Vietri Sul Mare e molti altri. In questo modo essi sono riusciti a valorizzare il loro patrimonio artistico richiamando su di loro l’attenzione delle istituzioni e dei media oltre a quelle dei turisti, spronandoli ad uscire dai canonici percorsi di viaggi consigliati. Sono ad oggi più di duecento in tutta Italia i “paesi dipinti”, passati da borghi sconosciuti a veri e proprio musei a cielo aperto, visibili tutti i giorni, tutto il giorno, gratuitamente. L’idea dell’associazione è quella di decorare i muri dei vari paesi per mettere in risalto la cultura e le tradizioni delle varie contrade. Infatti i “murales” riportano in gran parte pezzi di storia vicini al luogo nel quale sono ospitati, ma non solo, molti di essi rappresentano i pensieri e le fantasie dell’artista che li produce. Diversi sono i pittori, noti e non,  che hanno collaborato con questa associazione per dar vita a queste vere e proprie opere d’arte. Quest’associazione dovrebbe essere un esempio di come sfruttare le proprie abilità affinché si possa, non solo abbellire i semplici muri, ma anche aumentare la fama del paese che li ospita, tenendo vive le proprie tradizioni. Sicuramente sarebbe più apprezzabile da tutti trovarsi davanti un muro decorato con pezzi di storia piuttosto che con graffiti senza alcun significato, molte volte realizzati per noia da parte di noi adolescenti.

Questo  murales di Rovascio, frazione di Tavernerio è stato realizzato grazie alla  freschezza e l'idealità dei loro autori: i ragazzi della locale scuola media.
Questo  murales di Rovascio, frazione di Tavernerio è stato realizzato grazie alla  freschezza e l’idealità dei loro autori: i ragazzi della locale scuola media.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...