Il violino: voce della musica classica o strumento rock?

di Milena Leto.

violino elettrico

Il violino è stato, fin dalla sua nascita nel XVI secolo, uno strumento-simbolo della musica classica. La sua età d’oro cominciò nel periodo finale del Barocco, e fra musiche caratterizzate da grandi virtuosismi, contrappunti e fughe, divenne uno degli strumenti classici più conosciuti e apprezzati. Il violino viene tutt’ora chiamato “voce della musica classica”, e quando ne sentiamo parlare lo associamo subito alla musica del virtuoso italiano Paganini, ai concerti per violino di Mozart, alle sonate di Haendel.

Ma il violino non è esclusivamente uno strumento “classico”. Quando, nella seconda metà del ‘900, musicisti di tutto il mondo cominciarono a sperimentare nel campo della musica facendo nascere nuovi generi musicali, ci fu una vera e propria rinascita del ruolo del violino.

Negli anni ’60 del ventesimo secolo, anni caratterizzati dalle rivoluzioni hippie e da nuove correnti di pensiero, nacque il genere pop. Il pop, “popular songs”, è un genere musicale accessibile a tutti, commerciale, dai testi e dalle melodie semplici. Quale genere musicale innovativo, gli artisti pop generalmente utilizzavano strumenti musicali inusuali, stravolgendone i ruoli. Fu così che il violino divenne un consapevole abbellimento delle pop songs, con i Love che lo utilizzarono in “Forever Changes”, i Who e naturalmente i Beatles, che inserirono un ottetto di archi nel brano “Eleanor Rigby”.

violino normale

Ma il vero cambiamento nell’uso del violino ci fu con la nascita del rock. Il rock, genere musicale giovanile e trasgressivo che nasce negli anni ’70, ha fin da subito successo perché è lo specchio della nuova società, e ne interpreta tutte le contraddizioni. E’ un tipo di musica dal ritmo irregolare e violento, caratterizzato da strumenti quali il basso e la batteria, e inizialmente il violino non viene associato a questo nuovo genere musicale. Ma ben presto diverse band rock e metal, prese dalla voglia di sperimentare e creare una musica innovativa ed alternativa, cominciarono a far uso del violino elettrico, facendone uno strumento tipico del genere. Skunk Anansie, Nick Cave & The Bad Seeds, Skyclad… furono moltissimi i gruppi e gli artisti rock e metal che utilizzarono il violino nei loro brani. Uno dei più grandi violinisti solisti degli ultimi decenni, il tedesco-statunitense David Garrett, si è avventurato sin dall’inizio della sua carriera nel genere rock, e adesso è conosciuto soprattutto grazie alle sue versioni per violino di brani dei Nirvana, dei Pink Floyd, degli ACDC e chi più ne ha più ne metta.

Il violino dunque non è esclusivamente “voce della musica classica”, anzi: è diventato uno strumento musicale poliedrico, adatto anche ai generi musicali più controversi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...