Domenico Berardi: dal calcetto a protagonista in serie A

il

di Massimiliano De Pasquale e Mattia Campagna.

20131206-183322.jpg

Classe ’94, 185cm di statura e un sinistro da urlo. Questo l’identikit di Domenico “Mimmo” Berardi, autore nell’ultima giornata di un poker al Milan che gli permette di chiudere il girone d’andata con 11 gol in 14 partite. La prima squadra a credere in lui fu il Sassuolo che lo prese, dopo averlo osservato ad una partita di calcetto,  nel proprio settore giovanile a 15 anni. Visto il talento, nella primavera del Sassuolo resta appena un anno per poi venir subito aggregato alla prima squadra. Al suo primo anno di serie B trascina la squadra emiliana ad una storica promozione e si fa inevitabilmente notare dalle maggiori squadre italiane ed internazionali fino al punto di portare gli osservatori del Manchester United a visionarlo. Ad accaparrarselo nel mercato estivo è però la Juventus, che sfrutta gli ottimi rapporti con il Sassuolo, rapporti che avevano già portato in maglia neroverde Boakye, Chibsah e Zaza. La Juve però, saggiamente, lo lascia un altro anno al Sassuolo per permettergli di maturare e di fare esperienza in serie A. La scelta si è rivelata corretta, per il momento, poiché il talento di Cariati Marina sta impressionando con le sue giocate, per poi tornare dalla Vecchia Signora.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...